CRANIO SACRALE

La tecnica Cranio Sacrale è una metodica naturale di origine osteopatica che prevede un tocco molto leggero dell’operatore sulle ossa craniche e sulla colonna vertebrale, alla ricerca di un “contatto” con il ritmo cranio-sacrale (liquido encefalorachidiano) che andrà assecondato e stimolato.

L'obiettivo della tecnica è quello di ritrovare l'elasticità naturale delle articolazioni della colonna, del sacro, del bacino e delle ossa del cranio; un blocco di queste articolazioni può portare a dolori vari, disturbi viscerali ed emotivi. Grazie ai vari collegamenti tra i sistemi che regolano il funzionamento dell’organismo, la tecnica è in grado di apportare benefici a tutti i livelli: può essere in grado di riequilibrare la postura, i muscoli, vari disturbi viscerali e funzionali.

Risulta utile anche in molti altri casi di vario genere: sciatalgia, dolori vari, traumi da parto, colpi di frusta, emicranie, scoliosi, vertigini, problemi dell’articolazione mandibolare, acufeni, ecc.

Dal punto di vista pratico, il terapista pratica delle leggere manipolazioni delle parti del sistema cranio-sacrale che rimangono normalmente contratte in caso di stress, stimolando la circolazione del liquido encefalorachidiano. Le pressioni non dovranno essere superiori a quella di una moneta del peso di 5 grammi. Nonostante la delicatezza con la quale viene praticata, è in grado di agire profondamente sul sistema nervoso, influenzando sia il sistema ormonale che quello immunitario, favorendo quindi l’armonia tra mente ed emozioni, ovvero stimolando uno stato di benessere e rilassamento che, in base al concetto olistico dell’essere umano, favorisce l’armonia tra corpo, mente e spirito. Per la sua natura non invasiva, la tecnica cranio-sacrale può essere praticata anche sui neonati, sulle persone anziane e sulle donne in gravidanza.